CREAZIONI - donna

DIY dress – l’ultimo dell’anno si avvicina/ parte 1

Un’eco remota.

Ma, se sto attenta, poi non così lontana.

Anzi: sembra in avvicinamento.

E’ sotto il mio balcone, è in soggiorno, è un urlo che si spande: NON HO NIENTE DA METTERMI PER L’ULTIMO DELL’ANNOOOOOOOO!!!!

Cioè, non che tenga particolarmente alla festa in sè per sè… però, in the end, ogni scusa è buona per sfoggiare un vestito nuovo!

Dunque, forbici alla mano, vediamo che si può fare.

La mia amica Chiara, per Natale, mi ha regalato una bellissima seta nei toni del grigio/beige: la trama rimanda ad un classico Paisley (per chi non sapesse cos’è, tiè) ed è molto leggera e luminosa.

Essendoci poco tempo, ho scelto un pattern (aka Cartamodello) in free download sul sito italiano di Burda:

Kimono Burda– (Chi fosse interessato a cimentarsi in una replica, lo scarica qui).

Io l’avevo già sperimentato per la mia festa di laurea, quindi so di quale taglia ho bisogno e conosco le modifiche necessarie per renderlo fitted al mio corpo.

Immagine 011

Teoricamente, di ogni pattern “pronto fatto” andrebbe sviluppata una mussolina, ovvero un abito “di prova”: serve per prendere confidenza con il modello e studiare le eventuali modifiche per renderlo più vestibile.

In linea di massima, i cartamodelli Burda vanno scelti di una taglia inferiore rispetto a quella indicata dalle proprie misure. Però, non consiglierei a nessuno di fidarsi “alla cieca” di questa indicazione: cucire una mussolina può sembrare una perdita di tempo ma è l’unico modo per avere la certezza che la taglia scelta sia quella corretta.

Detto questo, procedo con il taglio della stoffa:

1 2

Conto di finirlo in serata: a breve vi aggiorno!

 

lascia un messaggio

Altre creazioni

06 Giugno 18

Come una bella giornata in campagna

il vestito azzurro in lino
23 Gennaio 19

Carino e coccoloso

il vestitone in maglia
25 Luglio 18

Il camicione per la mamma

un modello di Cartamodelli Magazine