collaborazioni - TUTTO IL RESTO...

Indie Designer Interviews \ Le sarte che mi piacciono – Marika da “ProduzionImproprie”

Un annetto fa, nel mondo del cucito italiano ha fatto irruzione lei, Marika.

Ed è stata proprio un’apparizione con il botto! Irriverente, con un approccio anticonvenzionale ed energia da vendere: il suo ProduzionImproprie ha portato una sferzata di novità e pura passione in un mondo troppo spesso patinato e ingessato.

Adoro il blog di Marika perchè è VERO: le cose nascono per tentativi e fatica, non certo per magia. Lei non ha paura di nasconderlo e, anzi, ne fa un punto di forza. Ma… bando alle ciance: ecco la nostra chiacchierata!

 

 

Gli inizi…

E: Ciao! Ci faresti una breve presentazione di te e del tuo blog?

M: Mi chiamo Marika, ho 39 anni e vivo in Trentino. Ho aperto da poco più di un anno il mio blog Produzionimproprie, blog di cucito, alternativo e militante, principalmente allo scopo di smettere di ammorbare su Whatsapp le mie amiche con le foto delle mie creazioni. Sul mio blog mostro i miei modelli e le mie avvincenti scoperte tecniche con molta autoironia. Il senso di tutto questo è: “Se l’ho fatto io puoi farlo anche tu e probabilmente molto meglio!”

 

E: Da dove nasce la tua passione per il cucito? Sei autodidatta o hai fatto una scuola? Ricordi qual è stato il primo capo che hai realizzato?

M: Ho iniziato come autodidatta circa quattro anni fa. Il primo capo è stata una gonna a pieghe fatta con un tessuto Ikea (zip al primo tentativo: non è mai più successo). Ho frequentato un corso recentemente dove ho imparato la base del cartamodello ed alcune tecniche di confezione ma preferisco ancora uno stile di cucito non convenzionale.

 

Un approccio unico.

 

E: Qual è il processo che ti porta a creare? Parti dalla voglia di sperimentare una tecnica nuova, da un modello, da una stoffa…?

M: Come Michelangelo… i capi sono già dentro la stoffa. Di solito pesco scampoli che mia attirino per fantasia e consistenza dai cestoni di GS. Poi li esamino con attenzione e cerco di capire cosa vogliono diventare. Talvolta ci parlo.

 

E: Preferisci usare cartamodelli (nel caso: indie o di marchi famosi?) oppure disegnarli?

M: Non amo i cartamodelli. I miei capi hanno linee molto semplici e quasi sempre sono disegnati direttamente sulla stoffa. Se necessario il cartamodello lo disegno io prendendo spunto per le variazioni qualche libro o rivista di cucito.

 

E: Quali pensi sia lo stato del “Mondo del Cucito” italiano?

M: Non ne ho idea. Sono una Outsider su tutta la linea.

 

Cucire come stile di vita?

 

E: Quali sono i tuoi progetti futuri? Tra 10 anni, ti vedi sempre dietro alla macchina da cucire?

M: Io non sono sarta per mantenermi nella vita faccio tutt’altro. Il cucito è una grande passione e il blog mi permette di esprimerla. Non so se ci sarà una evoluzione di tipo professionale o se rimarrò ai margini di questo mondo a convincere le ragazze a comprarsi una macchina da cucire e buttarsi. Staremo a vedere.

 

 

Dove trovare Marika:

E: Per concludere: in rete, dove possiamo scovarti? 

M:  Il mio blog è: produzionimproprie.com

La mia pagina Facebook è https://www.facebook.com/produzionimproprie/

Sono su Instagram: https://www.instagram.com/marika.pdmp/

E su Pinterest https://it.pinterest.com/marikadg/

lascia un messaggio

Altre creazioni

24 luglio 13

Welcome to my Royal Baby

l'abitino a righe per la piccola Emma!
01 marzo 13

diy: sewing and crochet

le vestine con il corpino all'uncinetto
25 gennaio 17

36 ore a... CATANIA

La mia guida a sole, eclettismo e arancini.