CREAZIONI - donna

“Indossa la seta, che è fresca!” ed altre pietose bugie che siamo soliti raccontarci quando cuciamo una cosa che non metteremo mai.

Oggi affrontiamo un tema scottante: quello delle cose che, quando le stai cucendo, giassài non le indosserai mai ma ormai le stai realizzando, quindi almeno una volta ti tocca metterle.

Tutto in italic così, a sfregio delle regole di buona formattazione dei testi sul web.


Una blusa molto carrrina

Carina è carina.

Ma l’ho tagliata a occhi e mi tira un pochino sul petto (incredibile, eh?! Non pensavo avrei mai detto questa cosa in vita mia).

Poi il collo non mi convince… e, diciamocelo: la seta in estate è una follia. Ma chi l’ha detto che è fresca? Ma fresca cosa?

Forse non ti tiene caldo in inverno però, voglio dire, il concetto non è proprio lo stesso.

Come riciclare i vestiti che hai cucito ma poi non metterai

Di solito, io li uso per andare al lavoro.

In questo caso, con questo pizzo sulla schiena, mi viene difficile pure immaginarmi vestita così in biblioteca, uffi.

Ergo, questa è una lezione da imparare: STAY UMILE, prenditi sempre le misure, a occhio non ci sai andare.

Oppure, magari allargo un pochino lo scalvo manica e migliora. Bho.

L’annuncio del giorno

Perché tutta questa agitazione? Perché ormai comincia ALBORI.

Non è una novità che io ci vada giù di testa, con il festival insomma 😍

Quest’anno dura 5 giorni, è sempre a Sulzano (BS) e ci suona chiunque.

Venite a trovarmi?

 

 

 

lascia un messaggio

Altre creazioni

16 Maggio 17

Esperimenti di abbigliamento multietnico

cosa si ottiene incrociando un Kimono a del cotone Waxprint?
19 Febbraio 19

La felpa sformata

o l'arte del sembrare sacchi di patate.
10 Novembre 16

Ispirazione vintage

Abito in lana con maniche raglan e bottoni ricamati a punto croce