CREAZIONI - donna

M8043 aka #AlisterMcCalls – la mia nuova blusa dei sogni

L’ho vista, mi sono innamorata, ho rotto le palle così tanto su Instagram che hanno dovuto rilasciare il cartamodello in PDF prima del tempo.

ECCO A COSA SERVONO I SOCIAL.

I giorni di “lavoro in remoto” causa Corona Virus, invece, servono a farsi l’hennè, pulire casa e fare le foto ai vestiti.

Che poi le ha fatte il misterioso coinquilino: io le ho solo rimpicciolite per caricarle sul blog (per quanto mi riguarda, già troppa fatica. Ma un giorno troverò la forza di editare le ginocchia violacee e photoshoppare via le cicatrici. Forse).

 

 

Il cartamodello

Mc Call è uno dei pochi produttori di cartamodelli industriali che amo.

Non ripropongono all’infinito lo stesso modello con poche, piccoli, semplice varianti (ma che, pensate che non ce li abbiamo gli occhi?); non fanno robe drittone a sacco di patate che non starebbero bene neanche a Irina Shayk, hanno diverse linee, disegnano abiti per differenti situazioni.

In particolare, l’ultima collezione mi è davvero piaciuta: ci sono vari capi che mi cucirei volentieri.

Quella che proprio mi ha colpito al cuore, però, è stata questa blusa, che richiama in maniera nemmeno troppo mascherata un bel modello di Orseund Iris, casa di moda NewYorkese che ADOOOVOOOO.

Insomma: tempo che uscisse il PDF (che ho, ahem,, discretamente sollecitato intuttiiluoghietuttiilaghi) e… tadan: ecco la mia versione, in seta color -credo- glicine. O Orchidea chiaro. O bho, è un rosa, dai.

 

 

Il libro del giorno

Rosa, vezzoso, elegantone, PADZO?!

Zia Mame.

Un Adelphi di sicuro un po’ diverso. Un concentrato di ironia, comicità ed eccentricità.

Una boccata d’aria che ci ricorda la bellezza della leggerezza (alla Calvino: quella cosa che è “volare sopra le cose senza macigni sul cuore”, non leggerezza in senso di “non impegno”), l’importanza della diversità (intesa come guardare il mondo attraverso gli occhi di un altro, in modo privo di giudizi ma colmo di curiosità).

Zia Mame è il tipico libro in cui mi rifugio quando non riesco a dormire di notte… cosa che, per fortuna, succede in casi davvero rari ma che, quando succede, vira presto verso la frustrazione per poi confluire nell’ansia. Ecco Zia Mame mi salva. Mi calma, in un certo senso: le sue follie, le sue avventure, mi riportano il sorriso.

In questi giorni di deliri di pandemie e fake news, ce n’è parecchio bisogno, credo.

Tra l’altro, è anche in offerta sul sito dell’editore: fatevi un regalo e pensateci.

 

 

Il pezzo del giorno

All’Esselunga a comprare la pasta, a quanto pare. Scusate: perdonerete un po’ di sarcasmo che, quando ci vuole…

Che album, comunque.

lascia un messaggio

Altre creazioni

02 Dicembre 13

#FRONTIEREDELMAKEUP

al cuore della bellezza con Cosmetica Italia e Intercos
13 Marzo 14

Costume "Violetta" fatto a mano per Vanessa

diy Disney's Violetta cosplay
25 Ottobre 17

Un Burda vintage rivisitato

il kimono wax