CREAZIONI - uomo

Pantaloni da uomo in panno di lana (e dell’essere eccentrici).

Si sa: una persona non può avere troppe virtù’.

Altrimenti non sarebbe una persona: sarebbe un supereroe, un superuomo, un santo.

Io sono consapevole che ci sono PARECCHIE cose in cui non sono brava: tra queste, stirare e fare le foto.

Negli anni sono migliorata (sarete clementi e non andrete a rivedervi le foto di quando il blog è nato, lo so) ma restano pecche vistose, clamorosamente evidenziate in questo post: pantaloni stirati male e foto fatte con l’obiettivo sporco.

Vogliatemi bene lo stesso: sono quella che balla scoordinata e si fa sempre male.

 

 

Pantaloni bracaloni: una genesi lunga anni.

Eh, sì. Come ben sapete, da anni B indossa solo i suoi pantaloni bracaloni in maglia/felpa (all’inizio solo per suonare, poi hanno soppiantato  tutti gli altri pantaloni – sì, sono molto brava ad inserire CON ESTREMA NATURALEZZA i link).

Da tempo mi girava in testa l’idea di portare la cosa al livello successivo e di creare dei pantaloni larghi, a cavallo bassissimo MA in tessuto fermo. Uniamo la cosa all’invero e… va boom > LANA.

Però si era scritto di Genesi. Quindi, concretamente, l’idea è nata nel vedere in foto un paio di pantaloni indossati da Michael C.Hall (quello di Dexter. No, non riesco a trovare la foto, uffi.) e un altro paio visto dal vivo su Lorenzo Kruger dei NoBraino (no trovo foto ma qui ci avviciniamo).

 

 

Svolgimento.

Quindi, ho preso il cartamodello di un paio di jeans da uomo de LA MIA BOUTIQUE (scusate, non c’avevo sbatti di disegnarli. Lo so: è un po’ barare.) e l’ho ridisegnato.

Il risultato è questo: non perfetto (vabbè, non ho fatto una mussolina, as usual) ma portabile.

In una bellissima lana (che sarebbe stata un bijoux per una giacca elegante, ma B non le porta) e fodera in cotone wax.

Sono moderatamente soddisfatta: ora è la volta del jeans! Sì, okay, appena ho tempo 😁😁😁

 

 

Il pezzo di oggi.

Ah, il pezzo di oggi.

Il pezzo di oggi è uno di quelli che, a distanza di 11 anni e un milione di ascolti in cuffia, in cassa, dal vivo… chevvedevodì: mi fa ancora sospirare e accelerare quando sono in giro a correre.

Che pezzo, cribbio!

 

 

 

lascia un messaggio

Altre creazioni

07 febbraio 14

Fatto a mano

Top sportivo con rifrangente
23 gennaio 13

Cucire il vestito a Principessa

seconda e ultima parte
30 novembre 16

#hacklamode

La mia versione del vestito IMAGINE di Louis Antoinette Paris